Mario Milizia

Prima personale di Mario Milizia negli spazi di Viasaterna, Controcuore è il frutto della combinazione di lavori realizzati con tecniche diverse in momenti diversi, seguendo la poetica e il modus operandi di un artista insieme disgregante e inclusivo, eclettico e specifico. La mostra scaturisce da una logica di accumulazione, raccolta, aggregazione e coagulazione. Si spinge fino alla periferia del caos, ma senza mai perdere la disciplina dell'analisi, della perizia che Milizia mette in ogni gesto, sempre calibrato e, soprattutto, conseguenza di uno studio meticoloso ed enciclopedico. È un ciclo di opere sul frammento e la mutazione. Sulla perdita e la riconquista di forme e funzioni. Sull'azione trasformativa di azioni come la traduzione, il ritaglio, il restauro, ma anche del tempo stesso, nel passaggio inevitabile tra passato e presente, e viceversa.

View all

Mario Milizia

Prima personale di Mario Milizia negli spazi di Viasaterna, Controcuore è il frutto della combinazione di lavori realizzati con tecniche diverse in momenti diversi, seguendo la poetica e il modus operandi di un artista insieme disgregante e inclusivo, eclettico e specifico. La mostra scaturisce da una logica di accumulazione, raccolta, aggregazione e coagulazione. Si spinge fino alla periferia del caos, ma senza mai perdere la disciplina dell'analisi, della perizia che Milizia mette in ogni gesto, sempre calibrato e, soprattutto, conseguenza di uno studio meticoloso ed enciclopedico. È un ciclo di opere sul frammento e la mutazione. Sulla perdita e la riconquista di forme e funzioni. Sull'azione trasformativa di azioni come la traduzione, il ritaglio, il restauro, ma anche del tempo stesso, nel passaggio inevitabile tra passato e presente, e viceversa.

View all